Seleziona una pagina

Il polo nord magnetico accelera…

Nell’ultimo secolo il polo nord magnetico si è spostato in modo abbastanza regolare percorrendo in media 15 Km all’anno. E questo prevedeva l’ultimo modello del World Magnetic Model calcolato nel recente 2015. Questo doveva valere fino al 2020, anno in cui è prevista l’uscita del nuovo modello. 

In effetti fin dal 2016 lo spostamento del polo magnetico ha avuto un’accelerazione fino a percorrere oltre 50 Km all’anno contro i 15 precedentemente previsti. 
Attualmente si sta allontanando da Canada dirigendosi verso la Siberia molto più velocemente di quanto previsto e costringendo i ricercatori ad un aggiornamento non previsto del modello magnetico terrestre per evitare errori inaccettabili ai sistemi di navigazione.

Tutto questo è molto interessante per i ricercatori che ne attribuiscono la causa ad un flusso di ferro liquido ad alta velocità formatisi nelle profondità terrestri sotto il Canada.

Come effetto pratico si ha anche che il valore di variazione annua della declinazione magnetica indicato sulle carte risulta affetto da un errore sempre maggiore con il passare del tempo. Errore dovuto alla differenza di velocità di spostamento reale del polo nord magnetico e quella prevista dai modelli.

Ai fini pratici di chi si muove in ambiente usando la bussola per orientarsi la cosa non è apprezzabile ma per i sistemi di navigazione sofisticati si, dovranno tenerne conto.

Riferimenti:

Le scienze online, 11 gennaio 2019

Nature,  9 gennaio 2019